SCEGLI IL CINEMA
filtra per filtra per

Diva!

  • Uscita:
  • Durata: 75min.
  • Regia: Francesco Patierno
  • Cast: Anna Foglietta, Barbora Bobulova, Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia D'Amico, Cristiana Capotondi, Isabella Ferrari, Greta Scarano, Anna Foglietta, Carlotta Natoli, Michele Riondino, Silvia D'Amico, Greta Scarano, Isabella Ferrari, Michele Riondino
  • Prodotto nel: 2017 da DANIELE ORAZI, ANDREA DE MICHELI, LUCA ODDO PER DO PRODUCTION & CONSULTING, CASTA DIVA PICTURES
  • Distribuito da: OFFICINE UBU (2018)
  • Tratto da: libro autobiografico "Quanti sono i domani passati" di Valentina Cortese (ed. Mondadori, coll. Ingrandimenti)

Film non più disponibile nelle sale

TRAMA

Otto grandi attrici ripercorrono la vita di Valentina Cortese interpretando le sue stesse parole tratte dall'autobiografia "Quanti sono i domani passati" pubblicata in occasione dei suoi 90 anni. Un viaggio attraverso i suoi ricordi e le sue interpretazioni. Un'analisi pensata per lasciare un segno indelebile sul suo stile, sul cinema e sul costume delle varie epoche che ha rappresentato.

Dalla critica

  • Cinematografo

    Ci sono dive e dive. Per raccontarci Valentina Cortese, il regista Francesco Patierno decide di aggiungere un punto esclamativo a questo termine così abusato che di per sé richiama l’universo mitico delle divinità, i simulacri e la luce delle stelle. E, in effetti, è come se il documentario evocasse la figura dell’attrice attraverso uno spettro abissale di rifrazioni e raddoppiamenti, di corpi e di voci, di tempi e di spazi, di assenza e presenze. Sono ben otto le attrici italiane scelte da Patierno per ricostruire i passaggi più salienti della vita di questa diva: Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia d’Amico, Isabella Ferrari, Anna Foglietta, Carlotta Natoli e Greta Scarano. A ognuna è affidato un monologo tratto dalla sua biografia, intitolata Quanti sono i domani passati : il risultato finale è una Valentina Cortese che si racconta attraverso i corpi di altre donne, attrici a loro volta. Non si tratta di vere e proprie interpretazioni, quanto del tentativo di dare forma alle sue parole. L’immagine fisica di Valentina è invece affidata alle sequenze più celebri della sua lunghissima carriera cinematografica, che ha visto collaborazioni importanti con registi italiani (tra gli altri, Blasetti, Antonioni, Fellini e Zeffirelli) e internazionali – su tutti, il Truffaut di Effetto notte , film di cui viene mostrata la celebre sequenza in cui Cortese, nella parte dell’attrice Séverine (ruolo per cui ottiene una nomination agli Oscar), non riesce a ricordare le battute sul set. In questo gioco di spossessamenti memoriali, ripercorrendo gli incontri che ne hanno plasmato il destino, in arte e in amore, si giunge infine allo spossessamento primo che riguarda il rapporto con una madre completamente assente e un passato di miseria e abbandono. Con questo film, Patierno affronta una sfida affascinante che ha il merito di riportare alla ribalta un personaggio femminile iconico del cinema italiano. L’operazione è in parte compromessa dal filtro patinato che offusca la purezza letteraria dei monologhi e, in generale, tende a banalizzarne la resa. Sarebbe interessante sapere cosa pensa del documentario la novantaquattrenne Valentina originale.

Cosa vuoi fare?

Idee per il tempo libero

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Altri film nei dintorni

A Quiet Passion

  • Uscita:
  • Regia: Terence Davies
  • Cast: Cynthia Nixon, Jennifer Ehle, Keith Carradine,...

Chi era Emily Dickinson? Che tipo di persona si nascondeva dietro la poetessa che ha trascorso la maggior parte della...

Scheda e recensioni

Loro 1

  • Uscita:
  • Regia: Paolo Sorrentino
  • Cast: Toni Servillo, Roberto De Francesco, Lorenzo...

Il film è incentrato sulla figura di Silvio Berlusconi e la sua corte.

Nel frattempo, in altre città d'Italia...